Cosa vedere a Egna, uno dei borghi più belli dell’Alto Adige

Buongiorno Viaggiatori! Oggi vi portiamo nella nostra regione: l’Alto Adige! Ecco a voi cosa vedere a Egna, un borgo incantevole che si trova nelle vicinanze di Bolzano.

Come raggiungere Egna

Egna è la meta ideale da visitare se vi trovate a trascorrere qualche giorno in Alto Adige: è facilmente raggiungibile sia in auto che con i mezzi pubblici.

In auto

Egna si trova a circa 30 minuti di auto da Bolzano: per arrivare potete percorrere l’autostrada del Brennero-A 22 oppure la statale.

Con i mezzi pubblici

Dalla stazione di Bolzano, potete prendere un treno regionale: ne passa uno ogni mezz’ora  e arriverete nel borgo in 20 minuti.

Sempre dalla stazione di Bolzano potete prendere un bus, ma il tempo di percorrenza è lungo date le molte fermate e il traffico e quindi vi consigliamo di optare per il treno.

La storia di Egna

cosa vedere ad Egna
I cortili nascosti dietro i portici

Prima di parlarvi di cosa vedere a Egna, vogliamo raccontarvi della sua storia.

La fondazione di questa cittadina avvenne per opera dei romani nel III secolo d.C. che la battezzarono con il nome di “Borgo Novum“.

Divenne un centro fiorente nel Medioevo, epoca a cui risale la costruzione dei portici, grazie alla sua posizione strategica. Data la sua vicinanza con il fiume Adige, ebbe un ruolo principale nelle vie commerciali fluviali: infatti proprio qui venivano stoccate per un giorno le merci in transito sulle zattere. Accanto al deposito (in tedesco chiamato “Ballhaus”), che fungeva anche a da dogana, iniziarono a sorgere alberghi, locande e botteghe artigiane, le cui tradizioni si tramandano ancora oggi.

Pensate che era un luogo così noto lungo le vie commerciali, che proprio ad Egna, soggiornò il giovane Wolfgang Amadeus Mozart con il padre in uno dei suoi viaggi.

Abbandonato il suo ruolo nelle vie commerciali, oggi Egna si caratterizza per essere famosa per la sua viticoltura, in particolare per il suo Blauburgunder e per la produzione di mele.

Cosa vedere ad Egna

cosa vedere a Egna
I pittoreschi portici – foto di @emilylouisesimonis

Egna  è considerato uno dei borghi più belli dell’Alto Adige e a ragione.

Qui potrete camminare lungo i pittoreschi portici, scoprendo le storie e le tradizioni delle botteghe artigiane, degustare ottimi vini locali ed immergervi nella natura nelle sue splendide colline.

I PORTICI

I portici di Egna sono tra i più belli dell’Alto Adige ed era proprio qui che si svolgeva il mercato. Pensate che il nome tedesco di questo borgo in tedesco è Neumarkt, che significa “mercato nuovo”.

Le case a sala

case a sala Egna
Le tipiche case a sala

La funzione di antico mercato si capisce perfettamente dalle cd. case a sala (in tedesco “Saalhaus“), che hanno la facciata porticata verso la strada principale e un cortile posteriore che adibito a magazzino commerciale e allo svolgimento di lavori agricoli.

Queste case vennero costruite con questa particolare conformazione per proteggerle dal rischio di inondazione, dato che lungo la strada principale vi era il canale di scolo dove defluivano anche le acque del rio Trodena.

Il Museo della Cultura Popolare

Un perfetto esempio di casa a sala è il Museo della Cultura Popolare, dove potrete ammirare come si presentava l’interno di una casa borghese tra il 1815 e il 1950.

Questo museo, è nato grazie ad Anna Grandi Müller che ha raccolto oggetti di vita quotidiana e di arte popolare, riuscendo a ricreare l’atmosfera di un’antica abitazione.

Il museo si trova lungo i portici, in via Andreas Hofer 50: QUI trovate il sito ufficiale con le informazioni per la visita.

Il palazzo Zenobio

Le case nobiliari erano collocate nei cd. portici alti.

Qui tra case multicolori che ricordano molto lo stile veneziano, merita una visita il Palazzo Zenobio, uno splendido edificio in stile barocco, residenza dei conti Zenobio fino al 1700.

Oggi al suo interno si trova il negozio “Ebike Dreams di Roberto Mich”, che è il punto principale di noleggio della Bassa Atesina. Se siete amanti del cicloturismo dovete sapere che vicino ad Egna ci sono due bei percorsi ciclabili: uno che costeggia il Fiume Adige e uno che ripercorre la strada dell’antica ferrovia che portava in Val di Fiemme.

cicloturismo Egna
Cosa fare ad Egna? Un giro in bici tra le sue colline

Le antiche tradizioni artigiane

Nei cd. portici bassi erano collocate le botteghe artigiane, le cui tradizioni si tramandano ancora oggi di generazione in generazione.

Qui potrete trovare la bottega più antica di Egna, dove il Sig. Obexer svolge ancora oggi la sua attività di calzolaio con le tradizioni di un tempo.

cosa fare ad Egna
Il calzolaio Obexer nella sua bottega ricca di storia

Oppure la pizzeria “Lauben” dove si trova uno dei forni a legna più antichi di tutto l’Alto Adige e un’antica fucina, che è possibile ammirare dietro un vetro di protezione.

La Chiesa di San Nicolò

Alla fine dei portici, si arriva alla Chiesa parrocchiale di San Nicolò, patrono dei naviganti, a testimonianza dell’importanza del commercio fluviale.

cosa vedere a Egna
La chiesa parrocchiale di Egna

LE CANTINE VINICOLE

L’Alto Adige gode di condizioni climatiche e geologiche ideali per la viticoltura.

Le forte escursioni termiche tra giorno e notte, le precipitazioni frequenti e un clima mite, sono tutti ingredienti per la creazione di ottimi vini sia internazionali che autoctoni.

Il vino tipico di Egna è il Blauburgunder, un pinot nero, dal sapore unico.

Dove degustare questa eccellenza locale?

degustazione vini Egna
I colori della collina di Mazzon

Azienda vinicola “Castelfeder”

Questa tenuta prende il nome dalla collina di Castelfeder, che si trova tra Ora e Montagna.

E’ una splendida zona panoramica e paesaggistica, ricca di storia e anche di mistero: qui infatti vi era un antico culto precristiano, che credeva che la collina fosse l’abitazione di dei celesti, data la sua vicinanza con il cielo.

In questo luogo magico ha sede l’omonima azienda vinicola che ha anche un wineshop  in centro ad Egna, in via della Madonna 8/1.

Questa tenuta produce vini dei vitigni classici dell’Alto Adige come i Pinot, le selezioni aromatiche, come il Müller Thurgau e le selezioni autoctone, come il Lagrein.

I palati più sopraffini potranno degustare anche vini molto pregiati come la riserva Burgum Novum e il Tecum.

QUI trovate il sito dell’azienda vinicola con tutte le informazioni utili per la vostra degustazione.

degustazione vino Egna
Cin cin!!!

Azienda vinicola “Brunnenhof”

Sulla collina di Mazzon, raggiungibile a piedi dal centro di Egna in circa 20 minuti (sentiero nr.3) si arriva alla tenuta Brunnenhof, che prende il nome dalla sua fontana.

Anticamente questa sorgente era un punto di sosta delle carovane commerciali, che si fermavano per far abbeverare le bestie e oggi è il punto di accesso di questa azienda vinicola a conduzione famigliare, famosa per la produzione del Blauburgunder.

La collina di Mazzon è l’ideale per il pinot nero, grazie all’escursione termica, al clima mite e alla mancanza di sole diretto.

La famiglia Rottensteiner, in questo antico maso del 17° secolo, produce questa eccellenza locale con standard biologici e vi accoglierà con simpatia e calorosità in questa location esclusiva.

Trovate le informazioni per la degustazione QUI.

Egna, uno dei borghi più belli d'Italia
Le cantine dell’azienda Brunnenhof

PECCATI DI GOLA

L’Alto Adige oltre che per il vino, è noto per la sua ottima cucina ed Egna non fa eccezione.

Quindi dopo avervi parlato di cosa vedere ad Egna, ora vi portiamo a scoprire alcuni suoi tesori culinari.

In Largo Cesare Battisti 2, si trova il “Triade Bio”, una delle prime botteghe biologiche della Regione, inaugurata nel 1986. Qui potrete assaggiare prodotti locali rigorosamente biologici con varianti anche per vegani, come il particolarissimo Kaminwurst vegano.

cosa mangiare ad Egna
Il banchetto di Triade Bio – foto di @emilylouisesimonis

Per una pausa pranzo ad effetto consigliamo il ristorante “La Piazzetta“, in Piazza Centrale 8, dove potrete assaggiare i piatti tipici della tradizione rivisitati in chiave moderna.

E per il caffè post pranzo, una sosta merita di essere effettuata al  “Bar 3×3” che si trova lungo i portici (Via Portici 9): una perfetta pausa in una location pittoresca.

EVENTI DA NON PERDERE

Egna è una splendida meta da visitare in tutte le stagioni.

Per organizzare al meglio la vostra gita, oltre ai nostri consigli su cosa vedere ad Egna, vi suggeriamo di controllare il calendario degli eventi.

Imperdibili sono:

  • a MAGGIO la Festa di Primavera e le Giornate Altoatesine del Pinot Nero
  • ad AGOSTO la Festa dei Portici (in tedesco “Laubenfest“) che richiama migliaia di persone ogni anno ed è una delle feste più note di tutto l’Alto Adige
  • a DICEMBRE il Mercatino di Natale… e se vi piacciono tanto i mercatini, sapete che potete respirare lo spirito natalizio anche in altre città dell’Alto Adige? Quali? Scopritelo QUI

Qui si conclude il nostro articolo su cosa vedere ad Egna.

Speriamo di avervi fatto innamorare di questo splendido borgo 🙂

Alla prossima Viaggiatori,

Ambra e Surio

 

*Un sincero ringraziamento ad Instagramers Alto Adige Südtirol (@igers_suedtirol) che ci ha portato a scoprire le bellezze di Egna e ad @emilylouisesimonis per le sue foto

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.