Itinerario di 7 giorni attraverso la Sicilia orientale

Buongiorno Viaggiatori! Oggi vi portiamo in Sicilia e più precisamente nel Sud-Est dell’isola! Vi faremo scoprire le splendide città barocche e assaggiare i piatti della tradizione, vi perderete con noi tra le rovine dei siti archeologici e vi tufferete nelle acque blu del suo mare: benvenuti nella Terra del Sole!

La magia della Sicilia orientale

La Sicilia orientale è una terra di forti contraddizioni.

L’entroterra è montuoso ed è dominato dai Monti Iblei: qui sorgono alcune delle più belle cittadine di tutta l’isola. Noto, Modica e Ragusa sono ricche di storia e si distinguono dalle altre per la loro architettura barocca.

Sulla costa, invece, ci ha lasciato senza parole Siracusa con i suoi splendidi tesori e le sue piazze assolate.

Che terra, vero? E non vi abbiamo ancora parlato del calore della gente, delle splendide spiagge, della deliziosa cucina, dei tesori archeologici…oltre ad altri deliziosi borghetti.

Insomma, è un’isola che offre davvero tanto e quindi, qual’è il modo migliore per assaporarla tutta e non perdersi neanche uno dei suoi tesori? Attraverso un road trip!

Organizzare un road trip

Realizzare un itinerario fai-da-te in un luogo mai visitato prima, può spaventare.

Ma ci sono alcuni piccoli consigli che vi vogliamo svelare, per affrontare il tutto con serenità e diciamocelo, anche risparmiando i costi di un’agenzia.

Come realizzare un road trip?

Innanzitutto bisogna stabilire quanti giorni si hanno a disposizione e di questi, quanti dedicare a scoprire il territorio e quanti al relax.

Secondariamente bisogna decidere cosa vedere, ovvero cittadine, siti archeologici, parchi naturali, spiagge, insomma…tutto quello che più vi ispira. Come fare? Leggendo molte guide, blog di altri viaggiatori e sognando nei video su YouTube.

Come muoversi?

Sicilia itinerario
Il nostro road trip in Sicilia

Una volta scelte le mete imperdibili, si pone il problema degli spostamenti.

Rispetto ai mezzi pubblici, vi consigliamo l’auto che vi consentirà di visitare i luoghi scelti con i vostri tempi e in totale libertà. Tenete presente che molti posti che abbiamo visitato erano fuori dalle mete ordinarie e senza un nostro mezzo, non saremo riusciti a raggiungerle.

Come fare a noleggiare un auto? Ecco un’altra domanda che a volte fa un po’ paura se si affronta per la prima volta l’impresa di organizzare da soli un viaggio-fai-da-te. Le domande che ci si fa’ sono tante: “quali sono le compagnia più affidabili?” “come risparmiare?”

Come noleggiare un auto?

Volete togliervi ogni dubbio e partire in serenità? Allora non dovete far altro che affidarvi a TiNoleggio.it ! Noi lo usiamo sempre: in pratica è un portale aggregatore, che vi consentirà di noleggiare un veicolo al prezzo più vantaggioso, comparando i prezzi tra i vari fornitori.

Dove dormire?

La scelta di dove pernottare dipende dalle proprie esigenze personali: preferisco cambiare stanza ogni giorno oppure trovo un luogo comodo per gli spostamenti giornalieri?

Spostarsi ogni giorno, bagagli inclusi, è un po’  scomodo. Lo si fa per distanze molto lunghe, ma se possibile evitatelo.

Nel caso della Sicilia orientale, le distanze non sono così importanti, e, a nostro avviso, è preferibile scegliere una destinazione fissa dove soggiornare e che sia centrale rispetto ai luoghi che intendete visitare.

Il nostro itinerario in Sicilia

Giorno 1: RAGUSA e DINTORNI

Sicilia itinerario
Il Giardino Ibleo di Ragusa

Come iniziare alla grande un road trip in Sicilia? Ma con la visita di Ragusa!

Ragusa è una città dalla doppia anima: Ragusa Superiore è detta anche città nuova, ha un cuore frenetico e moderno, mentre Ragusa Ibla incanta il viaggiatore con il suo centro storico, i suoi vicoli e gli edifici barocchi.

Dopo aver visitato questo splendido gioiello incastonato nell’entroterra, ci siamo rinfrescati con un ottimo gelato al vino per poi procedere verso una meta insolita rispetto ai consueti itinerari: la Grotta delle Trabacche, una necropoli perfettamente conservata.

La giusta conclusione di questa giornata? Relax in spiaggia. Nei dintorni di Ragusa ce ne sono moltissime, noi abbiamo scelto la tranquillità e i comfort delle strutture balneari del lido Pata Pata, che si trova tra Marina di Ragusa e Scicli.

Giorno 2: MODICA e SCICLI

Sicilia itinerario
Il cioccolato di Modica

Modica è famosa per i suoi edifici barocchi…ma soprattutto per il suo cioccolato! Un cioccolato così non si assaggia ovunque: pensate che viene realizzato con una particolare tecnica ” a freddo” e che ne potrete assaggiare mille varietà. Peperoncino? Pepe? Vaniglia? A voi la scelta.

Come smaltire gli zuccheri accumulati dalle degustazioni gratuite di cioccolato? Con la visita di Scicli!

Per i fan di Montealbano, Scicli è una meta imperdibile, per i non-fan questa cittadina incanta con le sue vie medievali e i suoi caldi colori. Se ne avete la possibilità, visitatela sia di giorno che di notte: le luci cambiano e trasformano questo borghetto con suoni, colori e persone, rendendolo magico.

E dopo il caldo della giornata, non per niente la Sicilia è detta Terra del Sole, ci vuole un po’ di refrigerio in acqua. Noi, tornando verso Donnalucata, dove avevamo la stanza, abbiamo scoperto una bellissima spiaggia, Aziz, tranquilla e riparata dal vento.

Giorno 3: SIRACUSA e DINTORNI

Sicilia itinerario
I colori di Siracusa

Lo sapevate che Siracusa era la città più grande del mondo antico? Eh si, era più grande persino di Atene!

Oggi Siracusa conserva il fascino di una bellezza senza tempo: antiche rovine sorgono tra ristoranti e negozi e i suoi spettacolari edifici barocchi si specchiano su una mare turchese e cristallino.

Da non perdere assolutamente è il Parco archeologico delle Neapolis che si trova a circa 2 km dal centro città.

Perché non perderlo? Eccovi 3 buoni motivi:

  • l’antico anfiteatro è il terzo in ordine di grandezza dopo il Colosseo e l’Arena di Verona
  • potete urlare all’interno dell’Orecchio di Dioniso e sentire questa grotta amplificare il suono della vostra voce fino a 16 volte
  • potete immaginare antichi spettacoli e combattimenti seduti sulle gradinate dell’antico teatro greco, uno dei meglio conservati al mondo

Giorno 4: NOTO e RISERVA VENDICARI

Sicilia itinerario
Noto dall’alto: Chiesa di Santa Chiara

Noto vanta uno dei centri storici più belli di tutta la Sicilia e non a caso è stato inserito tra i patrimoni mondiali tutelati dall’UNESCO.

Cosa fare a Noto?

  • entrare nella città attraversando la Porta Reale, un imponente arco di trionfo realizzato per il Re delle Due Sicilie
  • visitare l’ex Convento delle Benedettine e, dalla terrazza panoramica, ammirare la città dall’alto
  • ammirare con devozione gli interni della Cattedrale
  • sentirsi come borghesi del 1700 visitando gli interni del Palazzo Nicolaci
  • provare ad immaginarsi l’Infiorata, gustandosi una granita in una delle due gelaterie più buone al mondo

Dopo ore cosi intense, un po’ di relax in spiaggia è la cosa ideale. Nelle vicinanze di Noto, un posto imperdibile, è la Riserva Vendicari, che offre alcune delle spiagge più belle ed incontaminate di tutta la costa.

Giorno 5: CASTELLO DI DONNAFUGATA, MARZAMEMI e CAPO PASSERO

Sicilia itinerario
Il porticciolo di Marzamemi

Che cosa hanno in comune la serie tv Montealbano e il film “Il Gattopardo”? La location! Eh si, in entrambi i casi, alcune scene sono state girate nel Castello di Donnafugata, una meravigliosa dimora di fine ottocento.

Perché visitarla?

  • esplorate le stanze della villa catapultandovi nel passato: vi troverete in men che non si dica a bere thè, scoprendo il linguaggio segreto dei ventagli
  • perdetevi nel labirinto fuori dalla villa
  • scoprite tutti gli scherzi disseminati dal barone in giardino

Dopo tanto sfarzo, siamo risaliti in auto alla volta di Marzamemi.

Che dire di Marzamemi? Questo piccolo villaggio di pescatori, ci è rimasto nel cuore. Ci ha rapito con i suoi colori, con il suo cibo, con il suo mare: ci ha davvero incantato. E’ uno dei luoghi, se non il luogo più bello, di tutto questo itinerario.

Abbiamo proseguito poi la giornata raggiungendo la punta di Capo Passero e ammirando il tramonto sul mare.

Giorno 6: VILLA DEL TELLARO E CASTELMOLA

Sicilia itinerario
I mosaici della Villa del Tellaro

Dopo 5 giorni dedicati alla visita della zona orientale dell’isola, abbiamo lasciato la nostra base di Donnalucata per dirigerci verso la Costa Ionica: direzione Taormina.

Lungo la strada è stato un must fermarsi alla Villa Romana del Tellaro.

Qui sono stati ritrovati alcuni splendici mosaici perfettamente conservati che ritraggono scene di caccia ed episodi mitologici: assolutamente da vedere.

Prima di dedicare l’ultima giornata alla visita di Taormina, abbiamo deciso di ammirare la città dall’alto e dove farlo se non a Castelmola?

Castelmola si trova a circa 5 km da Taormina ed è abbarbicata sulla cima di una collina.

Cosa fare a Castelmola?

  • godersi il panorama pazzesco su Taormina
  • assaggiare il tipico vino alla mandorla
  • perdersi tra le vie medievali id questo borghetto
  • farsi selfie dal castello diroccato

Giorno 7: TAORMINA

Sicilia itinerario
Il teatro greco di Taormina

Taormina è uno dei luoghi più conosciuti al mondo e a ragione. E’ una città di grande bellezza, situata in una posizione spettacolare, da un lungo il fianco della montagna e dall’altro sul mare. Il cuore di Taormina è colorato da negozi, da genti, da chiese medievali e da meraviglie storiche senza paragoni. Il tutto condito da una vista mozzafiato sull’Etna.

Taormina è stata la giusta conclusione di questo nostro road trip in Sicilia, viaggio che ci ha fatto innamorare di quest’isola, del suo calore, del suo cibo, della gente, insomma, ci è rimasta proprio nel cuore.

Qui vi abbiamo descritto quello che è stato il nostro itinerario. A breve usciranno sul blog appositi articoli, maggiormente dettagliati, con tutte le meraviglie che abbiamo visitato.

Nell’attesa, godetevi questo video.

A presto Viaggiatori,

Ambra e Surio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *