PHI PHI ISLAND: acque verdi smeraldo e spiagge bianche

Buongiorno Viaggiatori! Avete presente il film „The Beach“ con Leonardo di Caprio? Vi ricordate di quelle spiagge bianche e di quelle acque verde smeraldo? Oggi vi portiamo proprio lì a Phi Phi Island, preparatevi a sognare!

Lo spettacolare arcipelago di Phi Phi Island è una delle mete più visitate della Thailandia ed è famoso per le sue spiagge bianche e le acque verdi smeraldo. Le isole che lo compongono sono due: PHI PHI DON e PHI PHI LAE.

Come visitare le isole? Soggiornandoci oppure con un’escursione in barca. Noi abbiamo scelto la seconda opzione e in questo articolo vi spieghiamo perché, se siete a Phuket, non potete assolutamente perdervi questo spettacolo della natura.

Visitare le isole di PHI PHI ISLAND

Phi Phi Island
In motoscafo verso le Phi Phi Island

L’escursione in barca

L’escursione alle isole Phi Phi è giornaliera: si parte la mattina di buon ora da Phuket e si rientra nel tardo pomeriggio.

La partenza è prevista attorno alle 7 – 8,30 di mattino: ci sono appositi shuttle che prelevano i vari partecipanti dagli hotel e conducono al porto. Le barche  salpano solitamente alle 9:00.

Una volta giunti al porto, si viene accolti dagli addetti all’escursione, che nell’attesa dell´arrivo di tutti i partecipanti, offrono una piccola colazione. Un cosa molto gradita, sono le pastiglie anti nausea, per coloro che soffrono il mare, e che vengono messe a disposizione gratuitamente.

Nell’attesa, oltre a darvi un giubbotto salvagente (obbligatorio e gratuito), gli addetti vi cercheranno di noleggiare l’occorrente per lo snorkeling, ovvero maschere e pinne.

La maschera è senz’altro necessaria, per cui se non l’avete, vi conviene noleggiarla.

Delle pinne, invece, potete fare a meno. Dobbiamo dire che per far noleggiare anche le pinne, viene fatto un po’ di terrorismo psicologico, ovvero vengono mostrate foto di persone punte da ricci di mare con piedi sanguinanti e bolle terribili.  Non preoccupatevi, non incontrerete i ricci di mare. Infatti, durante l’escursione, vengono fatte delle soste, per permettere ai partecipanti di fare snorkeling, ma le barche non attraccano a riva e si limitano a sostare in acque piuttosto alte. Quindi, non correte nessun rischio 🙂

Durante la gita, si visitano varie isole: in alcune è previsto l´attracco al porticciolo, in altre è solo una breve sosta in mare per fare snorkeling.

Il pranzo e tutti gli spuntini sono inclusi nel costo.

Attenzione: alle donne in gravidanza viene vietato l’ingresso alle imbarcazioni utilizzate solitamente per queste escursioni, ovvero motoscafi o speedboat e questo per i forti scossoni che si avvertono durante il viaggio.

Il costo dell’escursione

A Phuket, trovare un’escursione  verso le Phi Phi Island non è cosa difficile: è una meta  famosa e molto pubblicizzata. Quello che risulta difficile, è trovare un buon prezzo.

Abbiamo notato che le compagnie che offrono queste escursioni sono sempre le stesse, ma il costo varia a seconda dell’operatore che le vende.

Negli hotel, le gite vengono vendute a prezzi esagerati, per intenderci 80/100€ a persona. Alla nostra richiesta del perché di un costo cosi alto, ci è stato detto che lo stesso era comprensivo di assicurazione medica, a differenza di quelli venduti dagli operatori fuori dagli alberghi: balle.

Le modalità e le condizioni di escursione sono sempre le stesse, la differenza sta unicamente nel costo. Se acquistate la gita dalle agenzie locali o dalla stesse compagnia che la effettuano, pagherete una cifra di molto inferiore: noi abbiamo speso 30€ a testa.

Ad ogni modo, per quanto riguarda l’assicurazione medica, noi vi consigliamo sempre di stipularne una prima di partire. Potete cosi vivervi la vostra vacanza sicuri ed in completa serenità: noi ci affidiamo a Columbus, trovate il preventivatore qui nella colonna destra del blog.

PHI PHI ISLAND: 2 isole, 1 unico paradiso

Phi Phi Island
Un panorama da cartolina!

Le Phi Phi Island lasciano un ricordo indimenticabile: acque verdi smeraldo, sabbia bianca e sono il paradiso per lo snorkeling.

Phi Phi Don è l´isola più grande dell’arcipelago ed è qui che sorgono alberghi e ristoranti.

Phi Phi Lae è invece un parco naturale marino: non si può soggiornare sull’isola che si può visitare unicamente con escursioni giornaliere.

Nelle escursioni in barca è possibile visitarle entrambe, facendo tappa in alcune delle baie e delle spiagge più famose.

Monkey Beach

Phi Phi Island
I macaki di Monkey Beach

Questa spiaggia, si trova a Phi Phi Don e deve il suo nome ai moltissimi macaki che la abitano.

E’ sicuramente uno dei luoghi più suggestivi che abbiamo visto nel nostro viaggio in Thailandia e proprio per questo, una volta sbarcati sull’isola, è bene osservare delle regole di comportamento, per preservare il luogo, ma soprattutto i macaki che sono liberi:

  • non infastidire i macaki, soprattutto i cuccioli
  • evitare di avere con se oggetti come marsupi o borse: le scimmie si arrampicano sugli stessi
  • evitare capelli o occhiali, se non volete farveli rubare
  • in generale è sconsigliabile qualsiasi comportamento che possa far arrabbiare questi bei animali che possono rispondere con un bel morso per difendersi

Maya Beach

Phi Phi Island
Signore e signori ecco a voi Maya Bay!!!

Ecco a voi la baia più fotografata della Thailandia: Maya Beach!

Maya Beach è diventata famosa grazie al film “The Beach” con Leonardo di Caprio ed è talmente bella che possiamo dire che identifica alla perfezione la spiaggia tropicale perfetta.

Dato che Maya Beach si trova a Phi Phi Lae bisogna rassegnarsi ad ammirarla assieme ad una moltitudine di turisti, sempre che non soggiorniate a Phi Phi Don e riusciate a raggiungerla prima dell’arrivo delle barche provenienti da Phuket.

Ad ogni modo, turisti o meno, io sono rimasta letteralmente senza fiato per la bellezza di questa spiaggia, sicuramente la più bella di tutta la Thailandia.

Viking Cave

Phi Phi Island
Che colori le acque di Viking Cave

A differenza delle altre tappe dell’escursione, a Viking Cave, non si può scendere dalla barca, ma ci si deve limitare ad ammirarla dal mare.

Il suo nome deriva da dei disegni che sono stati ritrovati all’interno della caverna, ovvero delle navi vichinghe.

Il motivo per cui non è possibile visitarla non è per salvaguardare questi dipinti, ma  perché la caverna è abitata da uomini che “fanno la guardia” ad una specie particolare di rondine che nidifica al suo interno. La saliva prodotta da questo volatile durante la costruzione dei nidi, viene raccolta e venduta in Cina a prezzi esorbitanti. Il motivo? I cinesi ritengono che abbia effetti benefici sul corpo.

Phi Leh Cove e Loh Samah Bay

Phi Phi Island
In tenuta da snorkeling, pronti a nuotare in queste acque meravigliose

Preparate la maschera perché in queste due baie si fa snorkeling!

D’altronde con un mare cosi che altro si può fare?

KHAI ISLAND

Phi Phi Island
Relax a Khai Island

Khai Island è l’ultima tappa dell’escursione. E’ una piccola isola, non abitata, dove ci si può rilassare prima di riprendere il viaggio in mare alla volta di Phuket.

Che dite? Vi è venuta un po’ di voglia di partire con un biglietto di sola andata verso le Phi Phi Island? Noi ci siamo  innamorati di questo paradiso, che crea dipendenza per la sua bellezza.

Potete rivivere con noi i colori di Phi Phi Island nel video qui sotto 🙂

Alla prossima meta Viaggiatori,

Ambra e Surio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.