Moustiers-Sainte-Marie e la stella delle falesie

Ciò che maggiormente colpisce della Provenza e che la rende un luogo davvero indimenticabile, è la bellezza e la particolarità di ciascun borghetto. Non troverete mai una cittadina uguale alle altre, in quanto tutte si distinguono per dei particolari.

Lo sapevate che a Tourrettes-Sur-Lup si mangiano le violette?

E che Grasse è la capitale del profumo?

Il borghetto di cui vi parleremo oggi, Moustiers-Sainte-Marie è famosa, invece, per la stella delle falesie.

La stella delle falesie

Moustiers-Sainte-Marie  si trova poco distante dal Grand Canyon du Verdon .

Questa cittadina è considerata dall’Associazione francese « Les Plus Beaux Villages de France » uno dei 30 borghi più belli di tutta la Francia…e lo è davvero!

Il simbolo di questa cittadina è  la stella delle falesie, che è appesa con una catena fra due pareti di roccia. La leggenda narra che il cavaliere Blacas, di ritorno dalle crociate, fece issare tra i due speroni rocciosi questa stella dorata per ringraziare la Vergine di essere rientrato in patria incolume.

Se volete ammirare da vicino la stella, potete risalire i 200 scalini che portano alla Chapelle Notre-Dame de Beauvoir: una chiesetta del trecento da cui  sarà possibile godere di un bellissimo panorama.

Moustiers-Sainte-Marie : la stella delle falesie
La stella delle falesie

Le ceramiche

Questo borghetto, che è diviso in due da un torrente, è famoso anche per le ceramiche. Passeggiando tra le vie di questa cittadina, si possono ammirare 15  botteghe di faïences, ovvero di vasellame smaltato.

Le maioliche sono una vera e propria specialità di Moustiers-Sainte-Marie.

Ci sono molti laboratori  dove è possibile fare acquisti ma anche vedere gli artigiani al lavoro. C’è persino un piccolo museo, il Musèe de la Faience, dove è possibile ammirare vasellami di ogni genere.

Moustiers-Sainte-Marie : le ceramiche
Le maioliche di Moustiers-Sainte-Marie

Le tinte pastello, caratteristiche del vasellame, le potrete trovare anche nelle case del villaggio, colore che lo rende davvero unico nel suo insieme.

Nel visitare il borgo, non perdetevi  la chiesa di Notre-Dame-de-l’Assomption. L’interno colpisce per le vetrate colorate e le ampie navate.. e anche dalla musica lounge che viene trasmessa. Un tocco del tutto particolare che crea un’atmosfera ineguagliabile.

Volete  assaporare più da vicino le atmosfere di questo borghetto? Allora dovete guardare il nostro video qui sotto:

Per ora vi salutiamo: continueremo il nostro viaggio alla scoperta della Provenza nel prossimo articolo.

A presto,
Ambra e Surio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *