La magia di Santorini: Oia

cosa vedere a Santorini : Oia

Buongiorno Viaggiatori! Questo sarà il primo di una serie di articoli con cui vi porteremo a scoprire le bellezze di  Santorini! Il nostro viaggio inizia da Oia, il più bello e pittoresco villaggio dell’isola.

Santorini è magica non troverete altre isole simili in tutto il mondo. I panorami che offre, i tramonti sulla caldera e le viuzze con le case bianche e i tetti blu, sono unici.

La storia di Santorini

Tanta bellezza deriva tuttavia dalla triste storia dell’isola.

Dovete sapere, infatti, che nell’antichità Santorini aveva un altro nome, ovvero Strongili: “La Rotonda“. Tale appellativo derivava dalla forma dell’isola, che era completamente circolare.

Nel 1627 a.C. una terribile eruzione vulcanica fece sprofondare il centro dell’isola, lasciando al suo posto una caldera circondata da alte scogliere. Questa eruzione fu la più devastante mai verificatasi in Europa. Secondo le fonti storiche, il boato dell’esplosione fu percepito in Africa, Scandinavia e persino a Gibilterra. Pensate che dal vulcano esplose un getto che raggiunse la stratosfera ad una velocità di 2000 km/h e trasformò il giorno in notte.

Inutile dire che l’eruzione ebbe delle conseguenze catastrofiche per gli abitanti dell’isola e segnò la fine della civiltà minoica. La civiltà minoica era considerata una delle più avanzate nell’antichità e questa caratteristica unita al suo tragico destino, portò alla creazione del mito di Atlantide.

Il mito di Atlantide ha origine negli scritti di Platone, in cui il filosofo narra di una potente civiltà che dopo aver cercato invano di conquistare Atene, sarebbe sprofondata negli abissi per opera del dio del mare, Poseidone.

La storia di quest’isola e il mistero che la circonda non fanno altro che accrescere la magia di Santorini che ci ha completamente affascinati.

Oia

Oia - Santorini
Oia: la città più bella di Santorini

Uno dei luoghi più suggestivi di tutta l’isola è Oia.

Rispetto a Fìra, Oia è un po’ più tranquilla ed è riuscita a serbare il suo fascino naturale senza doversi adeguare agli standard del turismo di massa.

Cosa vedere ad Oia

1.Il tramonto

Oia - tramonto a Santorini
Il tramonto sulla caldera

Uno dei posti più panoramici di tutta l’isola è Oia.  Da qui si può godere di una vista unica sulla caldera.

Il nostro consiglio per godersi appieno il tramonto? Arrivare almeno un’ora prima e cercarsi un bel bar o ristorante, da cui potrete ammirare il panorama e allo stesso tempo rilassarvi.

Oia è anche uno dei punti migliori per il Vulcano FestivalIfestia Festival.  Durante questo evento, viene simulata un’eruzione vulcanica tramite uno spettacolo pirotecnico della durata di circa 40 minuti. L’anno scorso (2016) si è tenuto il 17 settembre e abbiamo avuto la possibilità di vederlo: che dire… davvero unico!

2. Perdersi tra le vie di Oia

Oia
Le vie di Oia

Ad Oia troverete molte boutique e negozi di lusso, ma addentrandovi nelle vie meno battute dai turisti, vi troverete di fronte all’autentica Santorini. Le case bianche, con gli infissi e i tetti blu e i fiori variopinti sono spettacolari.

3. La chiesa di Panagia di Platsani

Oia - Panagia Platsani
La chiesa di Panagia Platsani

Questa chiesa ortodossa è la principale di Oia. La chiesa attuale è una ricostruzione di quella originaria, che si trovava all’interno del castello di Oia e andò distrutta a causa del terremoto del 1956 che colpì l’isola.

Un aneddoto interessante riguarda l’icona della Vergine Maria custodita all’interno della chiesa. Si racconta che l’icona fu trovata in mare da un pescatore, il quale la portò presso la chiesa del villaggio. Tuttavia, il giorno dopo, l’icona sparì e fu ritrovata tra le mura del castello di Oia. Venne riportata nella chiesa, ma sparì nuovamente per riapparire nel castello. Gli abitanti compresero che quello era il luogo che la Vergine aveva scelto e costruirono una chiesa in suo onore.

4. La libreria Atlantis Books

Oia - Atlantis Books
Una delle librerie più belle al mondo

Una delle 10 librerie più belle al mondo si trova ad Oia ed è l’Atlantis Books.

Questa libreria è stata fondata nel 2002 da due turisti in vacanza a Santorini ed è un vero gioiello, con libri in tutte le lingue che traboccano dagli scaffali: imperdibile!

5. Mulini a vento

Oia - mulini a vento
I mulini a vento di Oia

Mykonos non è l’unica isola delle Cicladi ad avere dei mulini a vento, eh no, ci sono anche a Santorini.

Tuttavia, a differenza di Mykonos dove i mulini sono accessibili a tutti, a Santorini non lo sono. Queste magnifiche costruzioni sono state adibite a lussuosi hotel e non è possibile avvicinarvisi a meno che non siate ospiti delle strutture. Dato il lusso estremo non voglio pensare a quanto costino… a noi è bastato ammirarli da lontano.

Volete scoprirne di più sui mulini a vento di Mykonos?

Trovate qui il nostro articolo, dove vi portiamo a scoprire Mykonos: la perla dell’Egeo

6. Porticciolo e spiaggia di Ammoudi

Oia - Ammoudi
Vista sul porto di Ammoudi

Oia sorge su di una scogliera e non ha delle vere e proprie spiagge.

Gli unici due punti in cui è possibile tuffarsi nelle acque turchesi dell’Egeo sono Armeni e Ammoudi.

Ammoudi  è raggiungibile da Oia percorrendo un piccolo sentiero, ma se non volete far fatica, potrete arrivarci anche in auto. Qui non troverete una spiaggia, ma piuttosto delle piattaforme di cemento o roccia. L’acqua è stupenda ed è uno dei posti migliori dove fare snorkeling.

Che altro dire… Oia è una cittadina di rara bellezza e non dovete perdervela se progettate di visitare Santorini. Ma Santorini offre molte altre bellezze, di cui però vi parleremo nei prossimi articoli.

E se le foto non vi bastassero e voleste vedere con i vostri occhi tutte le meraviglie di cui vi ho parlato in questo articolo, guardate il nostro video qui sotto.

A presto Viaggiatori,

Ambra e Surio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *