Itinerario di 2 settimane in Messico

Hola Viaggiatori! Oggi vi portiamo con noi alla scoperta del paese degli antichi Maya! Ecco a voi il nostro itinerario di 2 settimane in Messico, un viaggio  fai-da-te che non dimenticherete mai 🙂

Messico: cosa sapere prima di partire

Il nostro itinerario di 2 settimane in Messico  è un road trip, dove tappa dopo tappa, vi porteremo a scoprire alcuni dei luoghi più belli di questo paese.

Ma prima, vogliamo darvi alcuni spunti utili per organizzare il vostro viaggio.

Noleggiare un auto

Per un road trip che si rispetti è necessario innanzitutto noleggiare un auto: solo così è possibile muoversi in totale autonomia e prendersi tutto il tempo per visitare i luoghi, senza lo stress di rispettare gli orari dei mezzi pubblici.

Nei nostri viaggi ci affidiamo sempre a  TiNoleggio.it, un portale aggregatore, che consente di noleggiare un veicolo al prezzo più vantaggioso, comparando i prezzi tra i vari fornitori. Diciamocelo, in vacanza non si dovrebbe badare a spese, ma se capita l’occasione di risparmiare qualcosa, perché non coglierla ? 🙂

In viaggio da soli: il Messico è pericoloso?

Vogliamo subito tranquillizzarvi, dicendovi che noi non abbiamo mai assistito a situazioni pericolose.

Anzi, la polizia in Messico è abbastanza presente sia lungo le strade che sulle spiagge. Chiaro che, come tutti i luoghi del mondo, vale la regola non scritta di evitare di trovarsi in posti  un poco frequentati e, se vogliamo malfamati, da soli.

Assicurazione di viaggio

Fondamentale, prima di partire, è stipulare un’assicurazione di viaggio.

Non si sa mai quali imprevisti possono capitare ed è fondamentale non farsi rovinare il viaggio se si verificassero certi eventi.

Non vi abbiamo ancora convinto? QUI trovate il nostro articolo con ben 5 motivi per non partire senza assicurazione!

Carta di credito o contanti?

Nelle città più grandi non ci sono problemi a trovare bancomat dove fare prelievi o pagare con la carta di credito.

Il problema sorge se si visitano cittadine più piccole e isolate, dove ci è capitato spesso di trovare dei bancomat fuori uso e che la carta di credito non ci venisse accettata.

Il nostro consiglio è quello di avere sempre dei contanti per far fronte a queste situazioni.

Salute

Per il Messico, al momento, non sono previste vaccinazioni obbligatorie. Prima di partire è sempre consigliato, di verificare se la normativa in merito, sia cambiata.

E’ opportuno partire anche con dei farmaci di base, perché farsi capire in inglese non è sempre facile.

Mi raccomando fate attenzione anche a bere sempre acqua da bottiglie chiuse e state attenti con il cibo, in particolare il ceviche, una pietanza a base di pesce crudo, a meno che non siate in un locale di un certo livello.

Il nostro itinerario di 2 settimane in Messico

Bene, e ora che vi abbiamo dato qualche consiglio su cosa sapere prima di partire per il Messico, è arrivato il momento di portarvi con noi alla scoperta di questo splendido paese.

Ladies and Gentlemen  ecco a voi il nostro itinerario di 2 settimane in Messico 🙂

★ GIORNO 1 e 2: CANCUN

itinerario di 2 settimane in Messico
Voglia d’estate? Cancun è quello che fa per voi!

CANCUN è la meta di partenza ideale, dato che è una città dai due volti.

Il volto che spesso viene mostrato nei film, è quello di una città per vacanzieri con i suoi alberghi lussuosi, le spiagge bianche e i locali notturni. E’ una sorta di Ibiza messicana, per cui, se si desidera visitarla, meglio andarci dopo lo spring break americano, quando Cancun è letteralmente presa d’assalto dagli studenti statunitensi.

Ma Cancun ha anche un lato nascosto che mostra l’antica storia di questo paese. Qui infatti è possibile visitare alcuni siti archeologici, immersi  nel verde, oltre al Museo Maya in cui sono esposti reperti raccolti in ben 30 anni di ricerche.

Cancun vi consentirà di rilassarvi in spiaggia, fare vita mondana nei locali e anche godervi un po’ di storia. Proprio perché ha tutto, è senz’altro, il posto migliore da cui iniziare questo itinerario.

➫  Dove dormire

A Cancun abbiamo dormito in un centro commerciale riconvertito in hotel! Eh, si avete capito bene! E’ un’esperienza da non perdersi, perché sembra proprio di stare in uno di quei film apocalittici: QUI trovate il link all’hotel 🙂

★ GIORNO 3: PUERTO MORELOS e PLAYA DEL CARMEN

itinerario di 2 settimane in Messico
Esplorare la barriera corallina a Puerto Morelos

E dopo un po’ di relax sulle spiagge bianche di Cancun, che ne dite di partire e iniziare il nostro road trip?

A circa 40 minuti di auto da Cancun si trova PUERTO MORELOS, un piccolo paese di pescatori, famoso per la sua barriera corallina che dista solo 500 metri dalla costa.

E come si fa ad arrivare sino a qui senza ammirare questo spettacolo della natura?

Con circa 25 dollari a testa, è possibile partecipare a delle escursioni in barca, che durano 2 ore e che vi portano lungo la barriera. Una volta arrivati, è possibile fare snorkeling in mezzo a variopinti pesci tropicali e, se siete fortunati, ad ammirare anche relitti affondati.

Se non avete l’attrezzatura non preoccupatevi, nel prezzo dell’escursione, è compreso anche il noleggio gratuito di maschere e pinne.

Dopo una bella nuotata, il consiglio che possiamo darvi è quello di gustarvi un buon piatto a base di pesce in uno dei ristorantini lungo la spiaggia. Mangiare guardando una spiaggia tropicale, con una brezza calda che vi scompiglia i capelli,  non ha davvero prezzo.

E dopo un po’ di relax, è giunto il momento di partire alla volta di PLAYA DEL CARMEN.

Playa del Carmen è una delle località più di tendenza della Riviera Maya: lasciatevi trasportare dalla movida notturna e dai locali esagerati.

➫  Dove dormire

A Playa del Carmen ci siamo trovati molto bene alla Casa Ticul: in posizione centralissima e con tanto di piscina.

★ GIORNO 4: CENOTE CRISTALLINO e SPIAGGIA DI AKUMAL

itinerario di 2 settimane in Messico
Cose da fare assolutamente in Messico? Un tuffo in un cenote!

A circa 20 minuti da Playa del Carmen si trova uno dei cenotes più belli della zona: il CENOTE CRISTALLINO.

Cosa sono i cenotes?  Sono piscine naturali che si possono trovare a cielo aperto oppure celate all’interno di grotte. Tuffarsi in un cenote è un’esperienza unica, da fare assolutamente in Messico. Solo qui potrete nuotare in acque fresche, tra centinaia di pesci, in uno scenario da favola! Se preventivate un itinerario di 2 settimane in Messico, avrete modo di provarne tantissimi: ognuno vi colpirà per la sua particolarità 🙂

Il Cenote Cristallino è immerso tra verdi mangrovie e si presenta inizialmente come un cenote a cielo aperto, che ricorda molto un laghetto. Ma questa è solo una facciata, infatti, è collegato ad un bacino che porta ad una seconda zona del cenote immerso in una grotta.

Dopo aver nuotato nelle acque cristalline di questo cenote, siamo partiti alla volta di AKUMAL.

Akumal si trova ad una ventina di minuti dal Cenote Cristallino ed è famosa in tutto il mondo per la sua laguna, dove è possibile ammirare e nuotare con le tartarughe che vivono a pochi metri dalla spiaggia.

Per nuotare con questi splendidi animali è necessario osservare alcune regole di condotta, ovvero non toccare le tartarughe e non importunarle, accerchiandole per fare foto, in quanto ciò gli impedisce di tornare in superficie agevolmente.

Osservando queste semplici regole e muniti della giusta attrezzatura da snorkeling, si riesce a vivere un’esperienza davvero indimenticabile: pura magia.

Da Akumal ci siamo poi diretti a TULUM per dormire direttamente nella cittadina e riuscire a visitare il sito archeologico di prima mattina.

➫  Dove dormire

A Tulum consigliamo l’Hotel Luna Llena, una struttura moderna e accogliente con piscina, che mette anche a disposizione gratuitamente il noleggio di biciclette per visitare la cittadina.

★ GIORNO 5: TULUM e COBÁ

itinerario di 2 settimane in Messico
Il sito di Cobà che ti fa sentire un giovane Indiana Jones 🙂

Il sito archeologico di TULUM è uno dei più famosi di tutto il Messico.

A differenza di altri, immersi nella giungla, questo sito è a ridosso del mare e le spiagge bianche e l’acqua cristallina che ne fanno da contorno, lo rendono molto scenografico.

Proprio perché è sulla costa e non ci sono molti alberi presso cui cercare il sollievo di un po’ di ombra, consigliamo di visitare il sito prestissimo, appena apre. Le temperature, infatti, si fanno roventi e con il caldo è difficile visitarlo e apprezzarlo appieno.

Dopo la visita di Tulum, per la quale dovrete preventivare almeno 2 ore, ci siamo diretti a COBÁ, a circa un’ora di auto di distanza.

Cobà è stato uno dei siti archeologici più belli tra quelli che abbiamo visitato in Messico: è completamente immerso nella giungla e lo abbiamo esplorato a bordo di biciclette.

La superficie, infatti, è davvero molto ampia e, pensate, che il sito è ancora in fase di scavo.

Un must? Mentre pedalate in mezzo alla giungla, vi potrebbe capitare di scorgere delle scimmie che si muovono sopra di voi  🙂

Dopo la visita di Cobà siamo risaliti in auto per affrontare una tratta molto lunga, di 4 ore, per dirigerci alla LAGUNA BACALAR.

★ GIORNO 6: RELAX IN LAGUNA

itinerario di 2 settimane in Messico
In un itinerario di 2 settimane in Messico, non dimenticate di inserire la laguna dei 7 colori!

Dopo giorni di visita molto intensi, è doveroso concedersi un po’ di meritato relax e uno dei luoghi più idilliaci dove sostare in Messico, è senz’altro la LAGUNA BACALAR.

Lunga 60 km, viene anche chiamata “Laguna dei 7 colori” per le diverse sfumature di azzurro dell’acqua. Questa laguna di acqua dolce è circondata da mangrovie, canneti e prati verdi.

E’ un luogo di villeggiatura molto ambito anche tra i messicani e molto costoso.

➫  Dove dormire

Noi abbiamo deciso di soggiornare in un luogo un po’ isolato, immerso nella giungla e di provare l’esperienza di dormire in un’autentica cabaña a El Chital.  Nonostante sia immerso nella giungla, non mancano i comfort: piscina, massaggi e un’autentica cucina messicana, ci hanno regalato una giornata di relax indimenticabile. Diciamo che un’esperienza di questo tipo deve essere fatta in un itinerario di 2 settimane in Messico che si rispetti 🙂

★ GIORNO 7: VERSO UXMAL

itinerario di 2 settimane in Messico
In Messico ogni cittadina ha il suo nome inciso in grandi caratteri colorati: i turisti fanno a gara per scattarsi una foto di ogni luogo visitato

E dopo un po’ di meritato relax, siamo partiti alla volta di UXMAL, a circa 6 ore dalla Laguna Bacalar.

Questa giornata è stata una tappa intera di trasferimento ma con delle soste lungo la laguna che ci hanno permesso di vedere questo bellissimo specchio d’acqua in varie prospettive.

E’ assolutamente necessario preventivare delle soste lungo il percorso in quanto le strade messicane, alla lunga, possono risultare molto noiose: intere distese di asfalto in mezzo al nulla. Da un lato ha un suo fascino, dall’altro il caldo e il paesaggio ripetitivo possono dare un po’ a noia.

➫  Dove dormire

Ad Uxmal abbiamo soggiornato all’Uxmal Resort Maya. Questo resort è dotato di ogni comfort: ampie camere, piscina e ristorante. Il punto di forza? La vicinanza al sito archeologico di Uxmal

★ GIORNO 8: UXMAL, KABAH e MERIDA

itinerario di 2 settimane in Messico
Dettaglio del Tempio delle Maschere

UXMAL è considerato uno dei siti maya più importanti del mondo per il suo stato di conservazione e per la sua grandezza (anche se molto deve essere ancora scavato).

Tra gli edifici più suggestivi, va annoverata la Piramide dell’Indovino, alta ben 30 metri!

A 20 minuti d’auto da Uxmal si trova un altro sito archeologico: KABAH, che anticamente era collegato al primo.

Kabah è meno famoso di Uxmal e per questo l’afflusso turistico è minore, ma questo è forse un motivo per apprezzarlo maggiormente.

Di particolare pregio è il Tempio delle Maschere: alto 5 metri e la cui facciata è decorata da 250 maschere del dio della pioggia (il dio Chaac).

Dopo aver visitato questi due siti archeologici siamo risaliti in auto e, in circa 1 ora, abbiamo raggiunto MERIDA, la capitale dello Yucatan.

Anche chiamata “la città bianca“, Merida è strettamente legata alla sua antica storia coloniale.

Il centro storico ruota attorno a Plaza Grande che è il perfetto esempio di una piazza messicana con ampie con panchine e alberi alla cui ombra trovare ristoro.

Dopo aver camminato tra le vie di Merida e aver fatto un po’ di shopping di prodotti artigianali locali, ci siamo diretti a Chichèn-Itzà, per passare la notte in loco ed essere al sito archeologico l’indomani all’ora dell’apertura.

➫  Dove dormire

A Chichèn-Itzà abbiamo soggiornato all’Hotel Okaan, una bella struttura immersa nel verde, con molte piscine e anche una zona relax dove farsi fare un massaggio rilassante.

★ GIORNO 9: CHICHÈN-ITZÁ, CENOTE IK KIL e VALLADOLID

itinerario di 2 settimane in Messico
Ecco a voi la maestosa Piramide di Kukulcàn

CHICHÈN-ITZÁ è una delle 7 meraviglie del mondo moderno e la sua fama richiama turisti da ogni dove.

Sono molti gli edifici ben conservati, tra i quali spicca El Castillo, chiamato anche Piramide di Kukulcàn ,alta 30 metri e, a differenza di altre, non accessibile.

Il sito archeologico è davvero molto ampio: ogni edificio è ben segnalato e viene riportata una scheda identificativa dello stesso. Prendetevi il tempo che vi serve per ammirare questa meraviglia archeologica.

E quando la stanchezza si fa sentire e le temperature si alzano, il modo migliore per trovare un po’ di refrigerio sono le fresche acque di un cenote.

A 2,5 km dall’entrata del sito archeologico, si trova il CENOTE IK KIL.

Rispetto ad altri cenotes che abbiamo avuto modo di visitare, questo è stato quello che abbiamo trovato essere il più affollato. Vuoi per la vicinanza al sito, vuoi per il suo aspetto scenografico, questo cenote è molto frequentato, ma ne vale davvero la pena: uno dei più belli a livello visivo del Messico.

E dopo un bagno ristoratore siamo tornati verso la nostra auto per proseguire il nostro viaggio alla volta di VALLADOLID.

Questa città, la terza per grandezza dello Yucatan, è un’ottima base per visitare i siti archeologici e i cenotes, che nei dintorni sono molti.

➫  Dove dormire

A Valladolid abbiamo soggiornato al El Mesòn del Marquès, un hotel che ha anche un ottimo ristorante dove gustare specialità tipiche.

★ GIORNO 10: CENOTES X’KEKÈN e SAMULA e EK BALAM

Il fascino indescrivibile dei cenote

Poco distante da Valladolid si trova il PARQUE X’KEKÈN dove è possibile nuotare in due cenotes.

X’KEKÈN da cui prende il nome il parco, è un cenote che ha un grande formazione calcarea e stalattiti che scendono dal soffitto; SAMULA, più piccolo, è invece situato all’interno di una grotta con radici che pendono sino all’acqua.

Sono due cenotes diversi tra loro, ma davvero molto belli e anche poco affollati: consigliati!

Dopo una nuotata rinfrescante ci siamo diretti al sito archeologico di EK BALAM.

Questo sito che è ancora in fase di scavo, è immerso nella giungla ed ha un fascino davvero unico. Spettacolare è la piramide, alta 32 metri, che è stata costruita per raffigurare le fauci aperte di uno giaguaro.

Dopo aver ammirato le bellezze custodite da questo sito siamo rimontati in auto per l’ultima tappa di questo nostro viaggio ovvero il porto di Chiquilà dove ci siamo imbarcati alla volta di ISLA HOLBOX.

★ GIORNI 11-14: ISLA HOLBOX

Isla Holbox: puro paradiso tropicale

Appena sbarcati a ISLA HOLBOX abbiamo avuto la sensazione di essere finiti in una di quelle foto che tappezzano le agenzie viaggi: spiagge bianche, acque dalle sfumature di azzurro mai visite e un’atmosfera rilassata e di vacanza che permea tutto.

Che dire: il paradiso.

➫  Dove dormire

Dato che volevamo regalarci un meritato relax e dato che era anche la nostra luna di miele, ci siamo concessi un piccolo lusso a Casa Punta Coco.

Un luogo davvero unico: una villa (solo per adulti) con 3 camere curate in ogni dettaglio, piscina e spiaggia privata con tanto di altalena in acqua. Un vero sogno ad occhi aperti!

E con questi giorni di puro relax si è concluso il nostro itinerario in Messico di 2 settimane.

Sono stati giorni bellissimi che ci hanno portato a conoscere un paese unico e le sue meraviglie, facendoci innamorare della sua storia e della sua cultura.

Qui sotto trovate la nostra PLAYLIST dove giorno per giorno, vi mostriamo in video tutti i bellissimi luoghi che vi abbiamo raccontato sopra 🙂

Al prossimo racconto Viaggiatori,

Ambra e Surio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.