Dove dormire sul Cammino di Santiago

Buongiorno Pellegrini! Oggi vi parleremo di dove dormire sul Cammino di Santiago, eh si, perché dopo tanto camminare bisogna pur riposarsi, no? 🙂

Prima di parlarvi di questo argomento sul blog, vi vogliamo ricordare che abbiamo realizzato anche una Guida al Cammino di Santiago che trovate sul nostro canale YouTube Scoprire Viaggiando. Mi raccomando, andate a vederla 🙂

Dove dormire sul Cammino di Santiago

Lungo il Cammino di Santiago, a prescindere dal tipo di cammino che deciderete di fare, troverete diverse tipologie di luoghi dove dormire:

  • albergue municipali
  • albergue privati
  • albergue gestiti da volontari o dalla chiesa
  • alberghi o affittacamere

Scegliere tra gli uno o l’altro, dipende da voi, ovvero dalla vostra disponibilità economica e dal modo in cui volete affrontare il cammino.

Come scegliere dove dormire?

Prima di partire vi consigliamo di avere con voi una guida, scaricata su smartphone oppure cartacea (noi ci siamo trovati bene con le guide della casa editrice Terre di Mezzo).

Nelle guide vengono segnalati per ogni tappa gli albergue in loco, mentre per B&B e alberghi, vi consigliamo di effettuare una ricerca online.

Gli albergue municipali

dove dormire sul cammino di santiago
L’area comune

Per sentirsi un vero e propri pellegrino, bisogna provare l’esperienza di dormire qui. Perché vi chiederete? Beh, perchè lo spirito del cammino è quello di condivisione e comunione con altre persone e il momento migliore per far nascere amicizie è proprio negli albergue.

Gli albergue sono ostelli municipali, che offrono posti letto, bagni e spazi comuni, come lavanderia e cucina.

Costo

Il costo è basso e varia dai 5 agli 8 Euro a notte,  a persona

Prenotazione

Solitamente non è consentita. Per cui vale il detto “chi primo arriva, meglio alloggia” nel vero senso della parola.

Farete fatica a trovare posto nei periodi molto affollati (estate) o negli ultimi 100 chilometri. Per trovare posto, potete anticipare la partenza al mattino e quindi arrivare molto presto alla meta. Se non trovate posto, non preoccupatevi: potete sempre optare per altre tipologie di albergue.

In ogni caso, il pellegrino a piedi ha la precedenza su quello in bici.

Orari

Gli albergue aprono solitamente nel primo pomeriggio. Una volta arrivati, si viene registrati, si paga e viene assegnato un posto letto.

La notte, le porte vengono chiuse presto per consentire il riposo dei pellegrini.

Non si può soggiornare per più di una notte e la mattina, i pellegrini vengono solitamente invitati ad andarsene entro le 8, per consentire le pulizie.

Le stanze

dove dormire sul cammino di santiago
Gli stanzoni

Le stanze sono molto ampie e ospitano molte persone..

I letti possono essere singoli o castello e vengono assegnati al momento dell’arrivo e, in alcuni casi, viene fornita anche una federa per i cuscini.

I materassi e i cuscini sono solitamente rivestiti di plastica per motivi di igiene.

I servizi offerti

dove dormire sul cammino di santiago
La lavanderia

Oltre ai posti letto, gli albergue offrono alcuni servizi in comune:

  • bagni
  • cucina
  • lavanderia
  • spazi in cui riposarsi, delle sorte di salottini, e in alcuni casi, giardini

Gli albergue privati

dove dormire sul cammino di santiago
The Last Stamp, albergue privato a Santiago

Gli albergue privati sono molto simili a quelli municipali, con la differenza che sono gestiti da privati e offrono maggiori servizi e privacy in cambio di un prezzo un poco più alto.

Costo

Solitamente dai 10 ai 20 Euro per notte, a persona

Prenotazione

Solitamente è consentita, anzi è doverosa in periodi molto affollati o quando arrivate a Santiago. Qui è meglio prenotare se volete trovare dove dormire.

Orari

Normalmente sono sempre aperti ed è possibile soggiornare più notti.

Le stanze

Le stanze sono più piccole ed ospitano un numero limitato di pellegrini, da 2 ad un massimo circa di 10 persone.

Al momento della registrazione, si viene dotati anche di federe e lenzuola.

I servizi offerti

I servizi offerti sono uguali a quelli degli albergue municipali, ma con dei surplus.

Ad esempio, in quelli municipali la zona lavanderia è costituita generalmente da un grosso lavatoio, dove i pellegrini lavano a mano i propri indumenti. In quelli privati, si trovano anche lavatrici ed asciugartici.

In alcuni casi, ci sono anche il wifi ed altri comfort.

Gli albergue gestiti da volontari o dalla chiesa

dove dormire sul cammino di santiago
La cena? Qui si guadagna!

Lungo il cammino è possibile trovare anche delle tipologie di albergue particolari, che vengono gestiti da volontari che hanno dedicato la loro vita al cammino. I volontari possono essere ex pellegrini oppure persone religiose, ma il punto in comune è l’accoglienza.

Eh si, perchè in queste strutture il pellegrino viene accolto con gioia e si vive l’esperienza del Cammino a 360 gradi.

In alcuni casi si cena tutti assieme, scambiandosi anedotti e cantando al suono di chitarre improvvisate, in altri casi, la cena bisogna guadagnarsela presso gli abitanti del luogo.

La foto sopra racconta un aneddoto, vissuto da Surio lungo il cammino francese, dove gli abitanti hanno donato ai pellegrini il cibo dopo che questi si erano esibiti in un divertente siparietto.

Volete sapere cosa di prova ad essere un pellegrino? Allora, provate questi albergue.

Costo

Non c’è un prezzo fisso, ma un donazione: viene lasciata al buon cuore del pellegrino la decisione dell’importo da versare.

Stanze e servizi offerti

Sono gli stessi degli albergue municipali

Affittacamere e alberghi

A volte capita di voler starsene un po’ per conto proprio oppure c’è chi non è fatto per dormire con tante persone e, a queste necessità, sopperiscono gli affittacamere o gli alberghi.

Ovviamente il costo è quello di un normale B&B/albergo che si trova su Booking.com

Sta a voi scegliere dove dormire e che tipo di esperienza affrontare. Noi consigliamo di provare, almeno per una volta, il momento di condivisione e comunione degli albergue, per poter capire fino in fondo cosa significa essere un pellegrino.

Se volete approfondire questo argomento, vi rimandiamo al nostro video qui sotto 🙂

Buen camino,

Ambra e Surio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.