Cosa vedere a BANGKOK: Il WAT PHO

WAT PHO

Sawatdee Viaggiatori! Lo sapete che nel Wat Pho si trova una delle statue di Buddha più grandi al mondo? E che all’interno del tempio c’è una delle scuole di massaggio più importanti della Thailandia?

Questo tempio nasconde proprio delle meraviglie e oggi vi porteremo con noi a scoprirle.

Info utili per visitare il Wat Pho

Il Wat Pho si trova nel distretto Phra Nakhon, nel centro di Bangkok.

L’ingresso è a pagamento: il costo è di 100 Bath a testa (circa 2,56 Euro).

Orario: dalle 8.30 alle 18.30.

Il Wat Pho: il tempio del Buddha sdraiato

Il Wat Pho non solo è uno dei più antichi templi di Bangkok, ma anche uno dei più grandi.

Si tratta di un complesso di ben 80.000 m², che la maggior parte dei turisti non apprezza, in quanto si limitano a visitare unicamente la statua del Buddha sdraiato. Un vero peccato, perché questo tempio ospita tante meraviglie, oltre a vantare tre primati:

  1. la statua del Buddha è la più grande di tutta Bangkok
  2. ospita la più grande collezione di statue del Buddha di tutta la Thailandia
  3. ospita la scuola di massaggio più importante della Thailandia

Storia

Originariamente, nel complesso dove oggi si trova il Wat Pho, sorgeva un’antica scuola di medicina thai tradizionale.

Nel 1788, Re Rama I iniziò dei lavori di ristrutturazione e ampliamento degli edifici che durarono 16 anni e furono portati avanti anche dai suoi successori.

Infatti, Re Rama III trasformò il tempio in un centro di formazione per massaggi e realizzò l’imponente statua del Buddha sdraiato.

Il Buddha sdraiato

WAT PHO

L’attrazione principale del tempio, è la statua del Buddha sdraiato: è lunga 46 metri e alta 15 metri. E’ davvero imponente e l’edificio che la ospita sembra quasi fin troppo piccolo per contenerla tutta.

La statua è dorata ed è stata realizzata dall’applicazione di foglie d’oro su una base di mattoni stuccati.

Esistono molti modi di raffigurare il Buddha e in questa statua, si è voluto rappresentare uno dei suoi ultimi momenti di vita, ovvero il momento della morte e del passaggio al Nirvana.

Un’altra caratteristica interessante della statua sono i piedi. Sono decorati con madreperla e sulle piante dei piedi sono raffigurate 108 scene augurali.

Il numero 108 ricorre nel tempio. Al suo interno, si trovano infatti anche 108 ciotole di bronzo che rappresentano le 108 caratteristiche positive del Buddha.

WAT PHO

Con 20 Bath è possibile acquistare 108 monete che devono essere fatte cadere all’interno di queste ciotole: il tutto come auspicio di buona fortuna.

La collezione di statue del Buddha

WAT PHO

Nella zona est del complesso, si trovano due gallerie che ospitano 394 statue dorate del Buddha: la collezione di statue più importante della Thailandia.

Lo sapevate che ci sono 4 modi diversi di raffigurare il Buddha?

  1. in piedi e con la mano alzata (Abhaya mudra): simboleggia la rassicurazione.
  2. in posizione seduta con la mano sinistra appoggiata sul grembo e la mano destra che tocca il suolo (Bhumisparsa): simboleggia l’illuminazione.
  3. entrambe le mani sono appoggiate sul grembo e i palmi sono rivolti verso l’alto, con la mano destra sopra la sinistra (Dhyana): simboleggia la meditazione.
  4. il pollice e indice si uniscono, mentre le altre dita rimangono stese e diritte, puntate verso l’alto (Vitarka): simboleggia l’insegnamento.

La scuola di massaggio

WAT PHO

Nella parte est del complesso, si trovano due padiglioni che sono sede della scuola di massaggio più importante della Thailandia.

E’ possibile farsi fare un tipico massaggio thailandese, che è diverso rispetto a quelli a cui noi occidentali siamo abituati.  Il massaggio thailandese viene praticato senza olio e si fonda sul concetto che il corpo umano è attraversato da una serie di canali che sono attraversati dall’energia vitale, il prana. Lo scopo del massaggio, è quello di “sbloccare” i canali ostruiti in modo da far circolare correttamente il prana ed evitare il generarsi di patologie.

Per questo motivo, il massaggio è molto energico e, durante la seduta, si devono assumere varie posizioni: seduta, sdraiata e  su di un fianco.

Diciamo che è molto lontana dall’idea che si può avere di un massaggio rilassante e proprio perché molto energico, non è adatto a tutti.

Diciamo che noi lo abbiamo provato, anche se non di nostra volontà in un centro massaggi. Avevamo chiesto un massaggio rilassante, ma invece ci è toccato un massaggio a metà tra un rilassante e un thailandese. Che dire, è una questione di gusti in quanto sono due stili completamente diversi.

All’interno del Wat Pho è possibile farsi fare un massaggio per 420 Bath all’ora (circa 10,74 Euro); orario: dalle 8.30 alle 18.30. Dato l’afflusso è consigliabile una prenotazione.

Il laghetto dei coccodrilli

WAT PHO

Una piccola meraviglia è il laghetto dei coccodrilli che si trova in un piccolo cortile e affascina con le sue piccole cascate e fontane… e se vogliamo dirla tutta offre anche un momento di sollievo dal caldo asfissiante di Bangkok.

Ci sono anche diversi alberi e secondo la leggenda, uno di questi proverrebbe da una talea del fico sacro sotto il quale Buddha ricevette l’illuminazione.

Che dire, questo tempio offre tante meraviglie inaspettate e ci ha davvero colpito.

Ma ci sono altri templi e altre meraviglie di Bangkok che non vediamo l’ora di raccontarvi, ma per questo dovrete aspettare i prossimi articoli.

Potete rivivere con noi la bellezza del Buddha sdraiato nel nostro video qui sotto, dove vi portiamo anche a scoprire il Gran Palazzo Reale e il Wat Traimit.

Alla prossima,

Ambra e Surio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *