Destinazione Bangkok: cosa sapere

Buongiorno Viaggiatori! Di ritorno dalla Thailandia, ci avete fatto tante domande sul nostro viaggio.

Oggi risponderemo a quelle su Bangkok:  cosa sapere prima di partire? Eccovi tutte le risposte e tanti consigli se state progettando un viaggio verso questa magica metropoli.

Il periodo migliore per visitare Bangkok

Bangkok, essendo vicina all’equatore, è una delle città più calde al mondo. Il clima è caldo e umido tutto l’anno, sia di notte che di giorno.

In media le temperature vanno dai 32 gradi di giorno ai 25 di notte.

Il periodo migliore per visitare Bangkok? Da Novembre a  Maggio, quando inizia la stagione secca.

Evitate la stagione delle piogge, da Maggio ad Ottobre.

Quanti giorni dedicare alla visita di Bangkok

Bangkok cosa sapere
Il Wat Saket a Bangkok

Noi abbiamo dedicato alla vista di Bangkok 3 giorni. Seppur con poco tempo a disposizione, siamo riusciti a vedere i principali luoghi di interesse.

Sicuramente avendo a disposizione più tempo, si riesce a godere maggiormente delle bellezze di questa città.

Quanti giorni dedicare alla visita di Bangkok? Dalla nostra esperienza, direi dai 3 ai 5.

Se volete avere un’idea dei nostri 3 giorni a Bangkok, non perdetevi il nostro articolo QUI

Come muoversi a Bangkok

Come descrivervi le strade di Bangkok, se non come un fitto reticolo urbano, caotico e spesso congestionato dal traffico?

Pertanto, viaggiare da soli con un mezzo noleggiato ad hoc (auto o motorio), è vivamente sconsigliato.

Potete, invece, optare per altri mezzi.

Tuk-tuk

Bangkok cosa sapere
Tuk-tuk nel traffico di Bangkok

Il Tuk-tuk è un pittoresco taxy a tre ruote, il cui nome deriva dal rumore del motore.

Questo mezzo non è munito di tassametro e pertanto, prima della corsa, bisogna contrattare il prezzo con l’autista. Il consiglio che vi possiamo dare è quello di contrattare bene ed evitare potenziali truffe.

Ci sono autisti che propongono giri della città a prezzi modici con il solo scopo di potare gli ignari turisti in alcuni negozi e guadagnare così delle commissioni.

Taxy

Se cercate un taxy, non avrete difficoltà a trovarne uno a Bangkok. Ce ne sono moltissimi che stazionano davanti ad hotel o ai punti di interesse maggiori.

La nostra esperienza con i taxy non è stata delle migliori e vi spiego perché.

Il primo giorno in cui siamo arrivati a Bangkok, abbiamo cercato a più riprese di prendere un taxy, ma ci abbiamo rinunciato. Nessuno di quelli che abbiamo fermato era disposto ad accendere il tassametro e i guidatori ci hanno proposti prezzi eccessivi per le tratte che dovevamo fare, senza essere disponibili alla contrattazione. Per non parlare di alcuni tassisti che volevano a tutti i costi portarci sì alla meta, ma con alcune deviazioni, ovvero negozi in cui avrebbero preso della commissioni.

Per cui, dopo svariati tentativi infruttuosi, abbiamo scelto di utilizzare Uber.

Uber

Uber è un servizio di trasporto privato, che funziona mediante un app, che consente un collegamento diretto tra il passeggero e il guidatore.

Ci sono piaciute davvero molte cose di questo servizio, che si trova ormai quasi in quasi tutte le città del mondo.

Innanzitutto è possibile sapere in anticipo il prezzo della tratta, conoscere il tempo di attesa dell’auto che viene a prelevarti e anche il nome del guidatore. Le auto di solito hanno determinati standard e sono molto pulite. Inoltre gli autisti sono davvero molto gentili.

E’ il mezzo di trasporto che vi consigliamo assolutamente.

Mezzi di trasporto pubblici

Bangkok cosa sapere
Lo Skytrain a Bangkok

I mezzi più rapidi e veloci per spostarsi in città sono lo Skytrain (BTS), il treno sopraelevato, e la metropolitana (MRT). Le tariffe sono economiche e consento collegamenti rapidi tra varie zone della città.

Anche a Bangkok, ci sono gli autobus, che vi sconsigliamo: rischiate di rimanere bloccati nel traffico della città.

Un altro mezzo molto rapido, sono i battelli. Spostarsi attraverso i canali, oltre a consentirvi di raggiungere rapidamente la vostra meta, è anche l’occasione di vedere questa metropoli da un’altra prospettiva.

Cosa mangiare a Bangkok

Bangkok cosa sapere
Lo street food a Bangkok

Bangkok è la capitale dello street food. Girovagando per le vie delle città, troverete ovunque bancarelle con cibi per tutti i gusti e i palati.

Una domanda che chi ci segue su YouTube ci ha posto di frequente è: è sicuro mangiare alle bancarelle? La nostra risposta è si. Noi abbiamo mangiato spesso street food e ci siamo trovati sempre bene.

Ovviamente, dovete porre in essere alcune accortezze: se ordinate qualcosa da bere, ad esempio, state attenti che le bottiglie siano chiuse e questo perché l’acqua non è potabile.

Cosa mangiare? Beh, troverete davvero di tutto.

Noi ci siamo innamorati del pad thai: noodles, saltati in padella con germogli di soia, coriandolo e cipolla, accompagnati, a vostra scelta, o da pollo o da gamberetti.

Poi ci sono i Moo Ping: sono spiedini di maiale alla griglia, marinati e veramente deliziosi.

E non dimentichiamo la frutta! Troverete frutti gustosissimi e anche deliziosi frappè.

I palati più temerari, potranno assaggiare anche gli insetti: cavallette, larve e ragni. Noi abbiamo assaggiato le larve, che vengono fritte, e che i Thailandesi consumano come snack.

Che dire? Le bancarelle sono consigliatissime, sia per la qualità del cibo, sia per il loro costo.

Dove dormire a Bangkok

Bangkok cosa sapere
Hotel a Bangkok

Trovare un luogo in cui dormire, è davvero facile.

Prima di partire potete decidere di prenotare online una stanza oppure cercarne una appena arrivati.

Le tariffe, rispetto ad altre zone del mondo, sono un po’ più basse e quindi è possibile pernottare in hotel davvero belli, a prezzi modici.

Il nostro consiglio? Scegliete il posto da pernottare, anche in base alla zona in cui è ubicato all’interno della città, potrete così avere un’idea degli spostamenti e dei luoghi di interesse vicino a voi.

Si parla inglese a Bangkok?

Possiamo dire che generalmente, abbiamo trovato persone che parlavano o masticavano l’inglese.

Il consiglio che possiamo darvi, se dovete chiedere informazioni per raggiungere determinate zone, è di avere con voi una guida cartacea con il nome del luogo sia in inglese che in thailandese.

Se avete bisogno di un taxy o tuk-tuk, portate con voi il biglietto da visita dell’hotel, di modo che i guidatori riescano a trovare facilmente la vostra meta.

Ci sono vaccinazioni obbligatorie per l’ingresso in Thailandia?

Attualmente non sono previste vaccinazioni  specifiche per l’ingresso in Thailandia.

In ogni caso, se avete dubbi, prima di partire chiedete un consiglio al vostro medico.

Il cambio del denaro a Bangkok

Bangkok cosa sapere
il Bath thailandese

La moneta Thailandese è il Baht: 1 Euro corrisponde a circa 38,89 Bath.

Il nostro consiglio è quello di evitare di cambiare in Italia il denaro prima di partire, ma di fare il primo cambio direttamente in aeroporto.

Perché? In Thailandia il cambio è più vantaggioso. Troverete ovunque uffici di cambio e banche: in aeroporto gli uffici di cambio sono aperti 24 ore su 24.

Ci sono anche distributori automatici in cui è possibile prelevare direttamente in Bath.

Prima di partire, ricordate di comunicare alla vostra banca la vostra partenza. Non tutti gli istituti di credito consentono le operazioni di prelievo e pagamento al’estero.

Partire assicurati

Il modo migliore per godersi la vacanza senza pensieri? Viaggiare assicurati.

In Thailandia, le cure migliori si ricevono nelle strutture private che sono costose; quelle pubbliche possono avere degli standard a cui non siamo abituati.

Per cui per partire senza pensieri, vi consigliamo di stipulare una polizza assicurativa.

Quale? Noi vi consigliamo di rivolgervi a Columbus. Potete richiedere un preventivo, direttamente dal nostro sito.

La religione

Bangkok cosa sapere
Il Wat Pho a Bangkok

La componente spirituale a Bangkok, come in tutta la Thailandia, svolge un ruolo fondamentale.

La religione dominante è il Buddhismo, professato da circa il 95% della popolazione. Verso le minori confessioni religiose, vi è molta tolleranza che consente un convivenza pacifica tra le stesse.

Come turisti, la regola principale è quella di rispettare la religione del luogo che si sta visitando e pertanto, prima di accedere ai luoghi sacri, è necessario attenersi a determinate regole di comportamento: entrare scalzi e avere spalle e gambe coperte.

QUI trovate alcune informazioni utili per visitare i templi

La riproduzione dell’immagine del Buddha per scopi commerciali o anche per tatuaggi, sappiate che è severamente vietata.

Coccolarsi con un massaggio

Bangkok cosa sapere
L’esperienza del massaggio in Thailandia

Una delle prime cose che abbiamo fatto, una volta atterrati a Bangkok, è stata quella di concederci un massaggio.

In Thailandia i massaggi non solo vengono fatti da professionisti, ma sono anche poco costosi.

Il giusto connubio per farsi coccolare, non trovate?

I vari tipi di massaggi

Prima di entrare in un centro  massagi, dovete aver chiaro che tipo di massaggio volete.

In Thailandia sono 3 i principali tipi di massaggio.

Il massaggio con olio è il tipico massaggio rilassante fatto con oli profumati. E’ l’ideale dopo una una giornata stancante per rigenerarsi.

Il massaggio tradizionale thailandese è un po’ lontano dalla concezione che abbiamo noi di massaggio, inteso per lo più come un momento di relax.

Lo scopo del massaggio tradizionale è quello di riattivare la circolazione dell’organisimo effettuando delle pressioni in particolari zone del corpo. E’ molto energico e può risultare un po’ stressante per il corpo. Noi onestamente non abbiamo mai provato, ma chissà in un prossimo viaggio..

Lo sapete che una delle scuole di massaggio più importanti della Thailandia si trova all’interno di un tempio? QUI trovate tutte le curiosità del Wat Pho!

Il massaggio ai piedi sembra essere quello più gettonato dai turisti. Troverete in tutti i centri massaggi, moltissime poltroncine dove fanno questo tipo di massaggio.

Il costo di un massaggio

I costi sono relativamente bassi, rispetto a quelli a cui siamo abituati. Normalmente  un’ora di massaggio con olio, costa dai 10 ai 15  Euro.

Il prezzo più alto che abbiamo pagato è stato a Bangkok, 25 Euro a testa, in un centro massaggi molto lussuoso.

Da Bangkok verso…

il nord della Thailandia

Bangkok cosa sapere
Lopburi: la città delle scimmie

Bangkok può essere il punto di partenza per altre mete, che vi porteranno a scoprire le bellezze della Thailandia.

Nel nostro viaggio, siamo partiti proprio da Bangkok per esplorare il nord della Thailandia. Nel nostro itinerario, siamo lentamente saliti verso il Triangolo d’Oro, non mancando di visitare alcuni dei luoghi più belli: Ayuttaya, Chang Mai, Chang Rai.

Cosa abbiamo adorato del Nord? Il calore delle persone,  il verde della natura e la spiritualità dei luoghi.

il sud della Thailandia

Bangkok cosa sapere
Rilassarsi a Phuket

Se invece, preferite rilassarvi sulle spiagge bianche della Thailandia, volate a sud e godetevi le acque cristalline e un Relax con la R maiuscola.

La meta più gettonata? Phuket, che permette il giusto connubio tra relax e divertimento ed è anche il luogo di partenza per scoprire altre isole.

E con questa immagine idilliaca di Phuket, si conclude questo articolo con alcune delle domande che ci sono state fatte al nostro ritorno.

Vi lasciamo sotto, il nostro video, con ulteriori approfondimenti. Se avete altre domande, non esitate a chiedere 🙂

Alla prossima Viaggiatori,

Ambra e Surio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *