3 giorni per scoprire Bangkok

E’ possibile visitare Bangkok in 3 giorni? Cosa vedere e cosa non perdersi assolutamente di questa città con poco tempo a disposizione?

Se cercate una risposta a queste domande, questo è l’articolo che fa per voi!

Attenzione: non ci prendiamo responsabilità, se alla fine della lettura, vi verrà una voglia irrefrenabile di partire!

Bangkok è la capitale della Thailandia, è una città magica, dove antico e moderno, caos e silenzio si mescolano. Bangkok inebria il visitatore con i suoi colori, i suoi odori e sapori. E’ una città che seduce, che non dorme mai e che riserva infinite sorprese.

Qui vogliamo darvi qualche consiglio su cosa vedere e non perdervi assolutamente di questa città, un piccolo assaggio di tutte le bellezze custodite da questa metropoli, porta d’accesso all’Asia.

I templi di Bangkok

La tradizione religiosa è uno dei cardini della cultura thailandese. Non stupisce, quindi, che proprio a Bangkok si trovino alcuni dei templi più belli di tutta la Thailandia.

Il Wait Traimit: il tempio del Buddha dorato

Bangkok
L’imponente Buddha dorato

All’interno di questo tempio si trova la più grande statua in oro massiccio del mondo dal peso di ben 5 tonnellate.

Questa statua, che  è considerata uno dei tesori più preziosi di tutta la Thailandia, nasconde una storia davvero rocambolesca.

Volete saperne di più? Lo trovate QUI, oltre a tutte le informazioni utili per visitare il tempio.

Il Wat Pho: il tempio del Buddha sdraiato

Bangkok
Il Buddha più grande al mondo

Il Wat Pho non solo è uno dei più antichi templi di Bangkok, ma anche uno dei più grandi e vanta ben due primati.

Il tempio, infatti, non solo custodisce una delle statue di Buddha più grandi al mondo, ma ospita anche la scuola di massaggio più importante di tutta la Thailandia.

Che ne dite? Una visita deve essere fatta e per farla, trovate tutte le informazioni QUI

Il Wat Saket: il Monte d’oro di Bangkok

Bangkok
La Montagna d’oro di Bangkok

Lo sapevate che fino a qualche tempo fa c’era un edificio che spiccava tra tutti i grattacieli in altezza?

Sto parlando del Monte d’Oro o Wat Saket! Per raggiungere la cima del tempio, bisogna salire ben 344 gradini, ma verrete ripagati dalla vista sulla città e dall’atmosfera di pace che si respira in questo luogo.

Volete salire al Monte d’Oro e lasciarvi inebriare dal suono delle sue mille campane? Scopritene di più QUI

Il Wat Arun: il tempio dell’alba

Bangkok
Il candore del Wat Arun

Il Wat Arun è  uno dei templi più antichi e uno dei simboli religiosi di Bangkok.

Il tempio deve il suo nome ai raggi del sole, che nelle fasi di alba e tramonto, vengono catturate dalle moltitudini di ceramiche che adornano la costruzione dando vita ad un tripudio di colori e luci magnifico.

Quando mai vi ricapita di vedere questo tripudio di colori? Non perdetevi una simile occasione: QUI tutti i dettagli per visitarlo

Il Gran Palazzo Reale

Bangkok
L’opulenza del Palazzo Reale

Un’altro cardine della cultura thailandese è la monarchia e l’elemento di assoluta devozione che gli abitanti hanno verso il loro sovrano.

Non stupisce quindi che il Palazzo Reale di Bangkok sia una meraviglia assoluta.

Si estende su un’area di 94,5 ettari e, oltre agli edifici reali comprende anche giardini lussureggianti e templi.

Il tempio più famoso è il Wat Phra Kaew ovvero il tempio del Buddha di smeraldo.

QUI potete scoprirne di più su questo gioiello nascosto nel cuore della metropoli.

I mercati di Bangkok

Il mercato notturno

Patpong  è famoso per il suo mercato notturno e per il quartiere a luci rosse.

Il mercato notturno apre nel tardo pomeriggio e rimane aperto sino alle prime ore del mattino. Ci sono tantissime bancarelle in cui è possibile trovare un po’ di tutto: vestiti, oggetti artigianali, dvd… proprio di tutto.

Il quartiere a luci rosse si trova proprio accanto al mercato notturno. Ci sono moltissimi locali in cui è possibile bere un drink, oltre a discoteche e  i famosi go-go-bar.

Il mercato dei fiori

Bangkok
Pronti per scoprire varietà di fiori mai visti prima?

Lo sapevate che i fiori sono molto importanti per la cultura thailandese? Vengono offerti in dono nei templi, utilizzati come ornamenti e portafortuna.

In questo mercato, il più antico e uno dei più grandi della città, è possibile inebriarsi dal profumo di moltissime varietà di fiori e ammirare i loro mille colori.

E’ poco frequentato dai turisti e lo rende ancora più prezioso, in quanto consente di respirare un’atmosfera più autentica.

Chatuchak

E’ il più grande mercato di tutta la Thailandia: pensate che si estende su di un’area di ben 15 ettari. Qui è possibile trovare letteralmente di tutto: armatevi di scarpe comode, vi aspettano solo diecimila bancarelle da visitare.

Shopping ai centri commercial

Bangkok
L’ingresso del MBK

I centri commerciali di Bangkok sono davvero imponenti.

Pensate che l’MBK ha sette piani e al suo interno troverete oltre duemila negozi. La cosa interessante? Ogni piano è dedicato ad una specifica categoria di vendita: tecnologia, oggettistica, souvenir e via dicendo.

Il piano della telefonia, è  il posto ideale se cercate una sim per il vostro soggiorno in Thailandia.

Coccolarsi con un massaggio

Un altro elemento fondamentale della cultura thailandese? Il massaggio!

Troverete ovunque in città posti dove farvi fare un bel massaggio e togliervi le stanchezze del viaggio.

A Bangkok, vi consigliamo la catena Healt Land.

Rispetto agli altri centri massaggi in cui siamo stati nel nostro viaggio, devo dire che questa catena è senza dubbio la migliore: è più costosa rispetto agli altri, ma offre anche un trattamento superiore.

Mangiare alle bancarelle

Bangkok
Le bancarelle di Bangkok

Le strade di Bangkok pullulano di bancarelle dove viene venduto un po’  di tutto: oggetti, souvenir, vestiti e cibo, tanto, tanto cibo.

Dovete assolutamente fermarvi e gustarvi qualche piatto tipico: noi ci siamo innamorati subito del Pad Thai.

E non preoccupatevi… prima di partire avevamo letto che veniva sconsigliato di mangiare alle bancarelle e venivano consigliati unicamente i ristoranti. Noi non abbiamo mai avuto problemi e ci siamo sempre trovati benissimo.

Che dire… non è forse magica questa città? Noi non vediamo l’ora di ritornarci e voi?

Abbiamo lasciato questa città un po’ a malincuore, ma pronti per proseguire la nostra avventura in Thailandia.

In attesa dei prossimi articoli, vi lascio con questo assaggio.

A presto,

Ambra e Surio

2 thoughts on “3 giorni per scoprire Bangkok

  • Pilar

    Un po’ di responsabilità però ve la dovete prendere 😂. Che spettacolo! Bangkok la immagino come una metropoli dove regna il caos costellata di tanti piccoli angoli di paradiso come quelli che avete elencato nell’articolo. Il mio sogno è visitare il Buddha sdraiato ❤

    Rispondi
    • Ambra

      Hai perfettamente ragione 😀 pensa che mentre lo scrivevo mi e´ venuta tantissima voglia di tornarci 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *